<< Ritorna all’attualità

Investimento responsabile e performance, la fine di un preconcetto

La Financière de l’Echiquier (LFDE) pubblica uno studio sulla compatibilità tra investimento socialmente responsabile (SRI) e performance. Al termine di nove anni in cui sono state valutate circa 500 aziende, lo studio evidenzia il nesso tra società ambiziose sul piano Ambientale, Sociale e di Governance (ESG) e performance borsistiche. Lo stesso utilizza la metodologia di analisi ESG proprietaria di LFDE in base alla quale ogni azienda si vede attribuire un punteggio, fino a un massimo di 10, riferito a 15 criteri ESG.

La presa in considerazione dei criteri ESG depone a favore della performance nel tempo.

– La sovraperformance dei portafogli che comprendono titoli con i migliori punteggi ESG si rivela significativa e duratura. Su un periodo di 9 anni, il portafoglio con i migliori profili ESG genera una performance pari a 2,3 volte quella dei peggiori profili ESG.

– Presi uno per uno i criteri Ambientali, Sociali e di Governance sono tutti fonte di performance a lungo termine.

– Le aziende con un punteggio di governance mediocre sono quelle che generano le performance minori nel tempo a conferma dello storico posizionamento di LFDE a favore della Governance che rappresenta, infatti, il 60% del nostro score ESG.

– Il rischio/rendimento è più favorevole nel caso dei portafogli con i profili ESG migliori. A nove anni, il rischio/rendimento dei portafogli composti dai migliori punteggi ESG è pari a 1,7 volte quello degli score peggiori e, in genere, a quello degli indici borsistici.

«La Financière de l’Echiquier intende contribuire al dibattito sullo SRI e la relativa performance ma vuole anche ribadire quanto sia necessario creare un nuovo ecosistema più equo, più resiliente e più duraturo. Da tempo ci siamo impegnati nello SRI e continueremo a rafforzare questa nostra ambizione» ha dichiarato Didier Le Menestrel, Presidente di LFDE.

«Lo SRI è diventato uno splendido strumento di gestione dei rischi e un territorio ricco di opportunità di investimento. Il know-how è imprescindibile per contribuire allo sviluppo dello SRI» ha aggiunto Sonia Fasolo, gestore SRI.

 

Per accedere al riassunto dello studio, cliccare qui.

Per accedere alla versione integrale dello studio, cliccare qui.

 

Contatti stampa

Géraldine Fanara │gfanara@lfde.com │ +33 (0)1 47 23 98 12
Deborah Ceo |dceo@lobcom.it | + 39 335 7977588

 

A proposito di La Financière de l‘Echiquier – www.lfde.com

Fondata nel 1991 da Didier Le Menestrel e Christian Gueugnier, La Financière de l’Echiquier (LFDE), diretta da Christophe Mianné, è una delle prime società di gestione indipendenti in Francia con oltre 9 miliardi di euro di masse gestite e un team composto da più di 130 dipendenti. Il suo core business: la gestione del risparmio e degli investimenti finanziari per conto di clienti privati, consulenti finanziari e istituzionali. LFDE, di cui il gruppo Primonial detiene una partecipazione del 40%, è altresì presente in Italia, Germania, Svizzera, Spagna e nel Benelux. Firmataria degli UN PRI già nel 2008, del Carbon Disclosure Project nel 2013, LFDE ha aderito al Montreal Carbon Pledge nel 2017, al FIR (Forum francese per l’Investimento Responsabile) e al Forum per la Finanza sostenibile.