I criteri ESG

L’inclusione dei criteri Ambientali, Sociali e di Governance (ESG) nell’analisi delle aziende consente una migliore valutazione dei rischi cui possono essere confrontate. Da qui, una migliore comprensione del rischio in generale. In concreto, però, a cosa corrispondono i criteri ESG?

Environment

I criteri ambientali, facilmente identificabili, si riferiscono alle azioni svolte dalle aziende per ridurre le emissioni di CO2, controllare il consumo di acqua, smaltire i rifiuti o proteggere la biodiversità. Le aziende che pongono lo sviluppo sostenibile al centro della loro strategia hanno una roadmap ambientale con obiettivi e indicatori precisi e comunicano i risultati ottenuti in modo del tutto trasparente.

Questi criteri valgono anche per i loro fornitori e l’impatto ambientale dei loro prodotti, dall’eco-progettazione all’analisi del ciclo di vita dei prodotti, passando dalla quota green del fatturato…

 

Social

Il criterio sociale è riferito all’analisi del rapporto tra azienda e stakeholder: dipendenti, clienti, fornitori, società civile. Questo criterio contempla, tra l’altro, la tutela della salute e della sicurezza dei dipendenti, il loro benessere, la lotta alla discriminazione, il rispetto dei diritti umani all’interno della catena di fornitura, l’approccio filantropicodell’azienda, i rapporti con le comunità locali, la soddisfazione dei clienti, ecc.

 

Governance

Un criterio cruciale in cui confluiscono le competenze del team manageriale, la struttura del pacchetto retributivo del CEO o la sua legittimità, l’esistenza di contropoteri. La valutazione di quest’ultimo punto include l’analisi della composizione dei consigli di amministrazione, dell’adeguatezza dei profili degli amministratori rispetto alle esigenze della società, della loro indipendenza, del rispetto delle minoranze, dell’etica negli affari e dell’impegno della società in materia di CSR.

 

Questo insieme di dati extra-finanziari genera grande valore aggiunto e permette di valutare un’azienda da tutti i punti di vista, fonte di preziosi insegnamenti. Sono un’autentica miniera d’oro per i gestori di fondi e promuovono una migliore gestione del rischio.